Cronaca       Pubblicata il

Tragedia in montagna, valanga in Valmalenco travolge e uccide due sci-alpinisti: illeso un terzo uomo


Tragedia in montagna, valanga in Valmalenco travolge e uccide due sci-alpinisti: illeso un terzo uomo


Aumenta ogni giorno sempre più il numero delle vittime della montagna ed ecco che proprio l'ultima terribile vicenda arriva dalle montagne della Valmalenco, nelle Alpi Retiche occidentali, dove a causa di una valanga sono morti due sci-alpinisti mentre invece un terzo escursionista è stato fortunatamente tratto in salvo. Stando a quanto emerso dalle prime indiscrezioni trapelate sembra proprio che la terribile vicenda sia avvenuta nelle prime ore del mattino di oggi, venerdì 17 marzo 2017 precisamente intorno alle ore 12,00, quando una valanga sembrerebbe essersi staccata da una parete nevosa del massiccio del Bernina a oltre 3000 metri di quota non lasciando alcuno scampo ai due alpinisti che hanno successivamente perso la vita. Precisamente secondo quanto emerso nelle ultime ore sembra proprio che i tre sci-alpinisti  stessero scendendo dalla zona del Pizzo Sella, su un pendio esposto, proprio nei pressi di una ferrata dismessa quando all'improvviso sono stati travolti da una enorme lastra di neve che purtroppo, ha segnato per sempre la fine alla loro vita. Immediatamente dopo la caduta della valanga ecco che è stato lanciato l'allarme e sul posto sono subito intervenuti i tecnici del Soccorso alpino della VII Delegazione Cnsas lombardo e poi ancora i carabinieri, il Sagf della guardia di finanza, i vigili del fuoco, tre elicotteri e tre unità cinofile per la ricerca in valanga ma purtroppo per i due sci-alpinisti non c'è stato assolutamente nulla da fare.

I loro corpi privi di vita, sempre stando a quanto emerso nelle ultime ore, sarebbero stati estratti privi di vita intorno alle ore 14,00 di oggi e, stando a quanto riferito da fonti investigative, le due vittime sarebbero entrambi residenti in provincia di Sondrio, ma al momento non è stata ancora svelata la loro identità le uniche informazioni trapelate rivelano che una delle vittime aveva 43 anni mentre l'altra era circa dieci anni più anziana.

Il terzo sciatore invece è fortunatamente rimasto illeso e stando alle ultime informazioni trapelate sembra proprio che sia stato travolto solo marginalmente dalla slavina riuscendo successivamente a mettersi in salvo in attesa dell'arrivo dei soccorritori i quali, intervenuti in maniera tempestiva,hanno evitato che l'uomo potesse essere travolto da altre slavine. Bisognerà adesso capire cosa abbia causato questa terribile tragedia in un giorno di sole e di forte rialzo delle temperature e per fare chiarezza sulla vicenda sono state avviate le indagini coordinate dal  magistrato Elvira Antonelli della Procura di Sondrio.

Torna indietro
Stampa
powered by: mediaweb-grafic