Cronaca       Pubblicata il

Lutto nel mondo della musica, Roberta Alloisio stroncata da un malore: morta a 53 anni


Lutto nel mondo della musica, Roberta Alloisio stroncata da un malore: morta a 53 anni


Un grave lutto ha colpito nella giornata di oggi, venerdì 3 marzo 2017, il mondo della musica in seguito alla prematura e improvvisa scomparsa di Roberta Alloisio, la celebre cantante e attrice italiana sorella del cantautore e drammaturgo italiano Gian Piero Alloisio. Nata ad Alessandria nel mese di febbraio del 1964, Roberta Alloisio ha fatto il suo debutto nel mondo della musica quando era ancora molto giovane e lo ha fatto fra i componenti dell'Assemblea Musicale Teatrale e proprio insieme a tale gruppo ha partecipato all'edizione del 1977 del Premio Tenco. Alcuni anni dopo ed esattamente nel 1981 ha fatto il suo debutto nel mondo del teatro indirizzata dal grande Giorgio Gaber ne 'Gli ultimi viaggi di Gulliver' e di li ha preso il via la carriera teatrale fino alla collaborazione stabile con il Teatro della Tosse di Genova. Nel corso della sua splendida carriera Roberta Alloisio, le cui origini erano piemontesi ma era genovese d'adozione, ha ricevuto molti riconoscimenti come ad esempio il Premio 'Teresa Viarengo’ ottenuto nel 2009 e poi ancora la celebre artista ha vinto nel 2011 la Targa Tenco come miglior interprete.

Ad annunciare la sua improvvisa morte che ha lasciato e continua a lasciare senza parole davvero moltissime persone è stata  Carla Peirolero, direttrice del Suq Festival, la quale con voce rotta dal pianto ha nello specifico dichiarato "Adesso è in cielo con Don Gallo". Roberta Alloisio come precedentemente anticipato si è spenta improvvisamente nella mattina di oggi, 3 marzo 2017, a soli 53 anni a causa di un brutto malore e precisamente un arresto cardiaco mentre si trovava nel suo appartamento sito nel centro storico e che condivideva con il suo compagno, l’attore Flavio Bonacci, e il figlio.

Nelle scorse ore sono stati in molti a commentare la morte di Roberta Alloisio e ad esprimere parole di cordoglio, tra questi anche il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti e l’assessore regionale alla Cultura, Ilaria Cavo i quali hanno appunto espresso il cordoglio della Regione Liguria per la morte dell'artista sottolineando che quest'ultima era una donna e una professionista molto radicata a Genova e in Liguria e hanno poi concluso sottolineando la loro vicinanza alla famiglia dell’artista e proprio rivolgendosi a quest’ultima hanno dichiarato “La ringraziamo simbolicamente per la sua instancabile opera di ricerca, ultimamente connessa anche ai liguri d’Argentina e al tango, attraverso cui ha saputo esprimere tutto il suo amore per la sua città”.

Torna indietro
Stampa
powered by: mediaweb-grafic