Attualita       Pubblicata il

Metodo per risparmiare sulla polizza autocarro


Metodo per risparmiare sulla polizza autocarro


I tempi di oggi per effetto della grave crisi economica, degli elevati costi delle polizze e delle tante soluzioni alternative offerte dal mercato assicurativo impongono una scelta molto scrupolosa. Valutare attentamente i vari pacchetti assicurativi e sfruttare l'accesa concorrenza tra le varie compagnie potrebbe aiutare molto i consumatori ad abbattere i costi dei premi e dare così un minimo di respiro al proprio portafogli. Nel nostro Paese tra le polizze più comuni rientrano le assicurazioni autocarro, quest'articolo sarà dedicato proprio a queste formule assicurative per capirne il funzionamento e le possibilità di risparmio.

Cominciamo col dire che l'autocarro è un mezzo adatto all'attività commerciale e, dunque, utile per trasportare merci. Una precisazione doverosa per distinguere le polizze autocarro da quelle riservate alle auto. Come già detto in premessa, serve una scelta razionale per stipulare la giusta polizza autocarro a uso privato o aziendale, una scelta attenta a partire dalla valutazione dei preventivi online.

Oggi un grosso aiuto arriva dalla rete, grazie alla massiccia presenza in internet di compagnie assicurative capaci di offrire servizi online completi e ottimizzati proprio per soddisfare le molteplici richieste dei consumatori. Il web è un mezzo efficace e rapido in grado di favorire il risparmio sia in termini di tempo che in termini economici. Anche se la disponibilità dei servizi di comparazione online è più limitata rispetto a quella delle auto, anche per le polizze autocarro esiste la possibilità di confrontare via web i diversi preventivi offerti dalle compagnie. Per far questo basta utilizzare dei validi strumenti come i comparatori online, facili da usare e molto efficaci.

Importante prima di comparare le offerte è avere chiaro in mente quello che si vuole in luogo ai massimali, alle franchigie, alla durata della polizza e alle eventuali coperture accessorie da inserire nel contratto assicurativo. Avere le idee chiare e acquisire quante più informazioni possibili sono elementi basilari per scegliere una polizza conveniente economicamente e adatta alle proprie necessità. Acquisito, poi, un numero consistente di preventivi tutto risulterà più semplice. Una soluzione alternativa al "fai da te" è ricorrere a un broker di settore, una figura professionale capace di fornire assistenza e consulenza tecnica.

Assicurare più mezzi, e questo è un discorso adatto principalmente alle imprese, permette di ottenere sconti sensibilmente maggiori rispetto a quando ci si rivolge a una compagnia per assicurare un unico mezzo. Un'opportunità da capitalizzare al massimo trattando con la compagnia e chiedendo uno sconto in proporzione al numero di veicoli da assicurare. In questo modo è possibile addirittura risparmiare fino al 20%. Intestare, poi, la polizza autocarro a una persona fisica significa beneficiare di un trattamento fiscale più favorevole. Da precisare, inoltre, che per le polizze autocarro i dati anagrafici, la residenza dell'intestatario e la cilindrata del mezzo non sono fattori che incidono sul costo del premio. Per questi tipi di veicoli un elemento determinante per il calcolo del premio da pagare è la portata in quintali, vale a dire la quantità massima di merce che l'autocarro può trasportare. Quest'ultimo è un dato rilevabile dalla carta di circolazione.

Nel caso in cui venga stipulata una polizza autocarro a uso privato o l'autocarro è intestato a una persona fisica è possibile beneficiare dei vantaggi della Legge Bersani, ereditare cioè la classe di merito di un familiare convivente. All'atto della stipula dell'assicurazione sarà necessario esibire alla compagnia lo stato di famiglia e l'attestato di rischio utile per fruire della classe di merito desiderata. Una classe di merito molto bassa sta ad indicare la virtuosità di un conducente, motivo per cui per logica meglio evitare franchigie. Non inserire nel contratto assicurativo alcuna franchigia, la quota di rimborso non garantita dalla compagnia, significa abbattere non poco i costi del premio. Infine, è opportuno però precisare che quando si tratta di assicurare un autocarro generalmente le compagnie garantiscono un massimo di tre sinistri l'anno, superato tale limite il contraente è tenuto a sostenere un costo aggiuntivo. Al di là di tutto comunque non mancano i modi per risparmiare sull'assicurazione autocarro, importante è conoscere le strategie giuste e prestare le dovute attenzioni.

Torna indietro
Stampa
powered by: mediaweb-grafic