Attualita       Pubblicata il

Traslazione di Padre Pio, attivata la No Fly ZOne


Traslazione di Padre Pio, attivata la No Fly ZOne


Speciali misure di sicurezza e servizi di controllo in occasione dell’evento straordinario della traslazione temporanea delle reliquie del corpo di San Pio che avrà luogo dal 2 al 16 febbraio. E’ quanto fa sapere il Prefetto di Foggia Maria Tirone a margine del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica tenutosi nella sede del Palazzo della Prefettura. Il programma prevede: il 2 febbraio la traslazione delle reliquie dalla cripta presso la Chiesa superiore e la partenza il 3 febbraio alla volta di Roma, attraversando il comune di San Marco in Lamis, ove il corteo si fermerà per un momento di preghiera, per fare rientro in provincia il 14 febbraio. Giorno in cui la reliquie di San Pio saranno esposte alla venerazione dei fedeli a Foggia presso la Chiesa di Sant’Anna per poi essere riportate a San Giovanni Rotondo dove resteranno presso Casa Sollievo fino al 16 febbraio, quando saranno traslate presso la cripta della chiesa di San Pio. La Prefettura garantisce: che, in considerazione della straordinarietà dell’evento e del numero consistente di fedeli – “saranno definite puntualmente tutte le misure discendenti dalle decisioni assunte in sede di Comitato”. “Allo scopo di prevenire interferenze illecite nello spazio aereo sovrastante la città di Foggia e San Giovanni Rotondo”, il Prefetto d’intesa con il Questore Silvis, “ha richiesto tramite l’Enac all’Airspace Coordination Unit l’attuazione della no fly zone su San Giovanni Rotondo per il 2, 3 14 e 16 febbraio e sul capoluogo dauno per il 14. La Prefettura assicura inoltre “una vigilanza strettissima sullo svolgimento in sicurezza degli eventi, garantendo, ove si verifichino problematiche di ordine pubblico, l’immediato intervwnto del personale delle forze dell’ordine dislocato in punti strategici”.

Torna indietro
Stampa
powered by: mediaweb-grafic