Attualita       Pubblicata il

Natale 2015, lo passiamo con la neve. Il Meteo.


Natale 2015, lo passiamo con la neve. Il Meteo.


La nostra proiezione per le festività natalizie indica una discesa artica causata da un repentino riscaldamento stratosferico polare come nel 1985

Dicembre ormai è alle porte e si pensa già ad organizzare le vacanze di Natale e ancor prima il Ponte dell'Immacolata. Con questo articolo desideriamo lanciare le prime proiezioni per il periodo di Natale, e lo faremo partendo da alcune considerazioni, da non sottovalutare.

SITUAZIONE Un robusto campo di alta pressione si appresta ad invadere l'Italia. La durata dell'alta pressione sulla nostra Penisola sembra essere abbastanza lunga, visto anche la misura di pressione prevista (addirittura 1040 hpa), e durerà almeno fino all'8-9 dicembre. Ora facciamo un passo indietro nel tempo di circa 30 anni.

RITORNO AL...PASSATO Era il dicembre 1984 quando un robusto campo di alta pressione si apprestava ad invadere l'Italia. La durata di questa alta pressione, che misurava circa 1035 hpa, si è prolungata per almeno 20 gg, salvo qualche leggero disturbo atlantico. In seguito lo scenario meteorologico sarebbe stato stravolto da un'imponente "Strat-warming" (riscaldamento anomalo e repentino della stratosfera, la zona dell'atmosfera sopra la troposfera, ossia ad un'altezza oltre i 10 km) che proiettò il Polo Nord sull'Italia, facendo vivere uno storico Inverno nei primi giorni del 1985 (basta ricordare i -23° registrati a Firenze e la Grande Nevicata di Roma oppure i 30/50 cm di neve caduti su tutta la Pianura Padana in tre giorni di fitte nevicate).

RITORNO AL PRESENTE... NATALE GELIDO E NEVOSO? Sicuramente una previsione meteorologica non può soltanto basarsi su similitudini di eventi passati, ma una proiezione per il Natale ci è concessa e possiamo dire che, dopo un medio-lungo periodo di alta pressione, una poderosa incursione fredda e nevosa ha buone possibilità di verificarsi. E' quello che ci aspettiamo. Riteniamo, in base agli ultimi aggiornamenti dei modelli internazionali, opportunamente elaborati con il nostro esclusivo modello ETA-ZEUS 2015, che dopo il 15-20 dicembre, si possa verificare un'importante incursione gelida su tutta l'Europa, quindi anche sull'Italia con conseguenze a tutt'oggi tutte da verificare, ma sicuramente tendenti a neve diffusa fino in pianura e al gelo su molte regioni italiane.

Torna indietro
Stampa
powered by: mediaweb-grafic