Eventi       Pubblicata il

Eugenio Bennato e la "Taranta Power"


Eugenio Bennato e la


Eugenio Bennato e i "Tarantula Garganica" chiuderanno domenica 15 novembre la 15.ma edizione della "Festa di Sand' Martin" che si svolge a San Severo.

Un a serata a tutta musica popolare quella in programma dalle ore 20,30 in nel bellissimo scenario di piazza Carmine che, per l'occasione, si trasformerà, in un grande palcoscenico naturale. Un doppio appuntamento pr "riscaldare"gli amanti del buon vino ei gastronauti che, per tre giorni (a partire da oggi venerdì e fino a domenica), "invaderanno" piazza Municipio e piazza della Repubblica di San Severo per degustare e comprare prodotti delle aziende della Rete "Daunia Rurale" con l'iniziativa "Dalla terra al mare".

L'evento è organizzato dall'Associazione culturale intorno al vino "Daunia Enoica", in collaborazione con il Centro studi tradizioni popolari "Terra di Capitanata" e l'Associazione "Valorizziamo San Severo, con il patrocinio del Comune e con l’importante sostegno del Gal “Daunia Rurale”. E l'appendice sarà a ritmo di "tarantella", con un raduno musicale che porterà a San Severo appassionati di questo sound anche dal Gargano e dalle province limitrofe. «Per venire incontro a queste esigenze – commentano gli organizzatori – abbiamo individuato piazza Carmine, zona facilmente raggiungibile e comunque nel cuore del centro storico che intendiamo valorizzare. E per riuscire nell'impresa abbiamo scelto Bennato e i “Tarantula Garganica” sempre più punti di riferimento di un movimento culturale che sta facendo “rete” sul territorio. Un modello che intendiamo importare per utilizzare i tanti aspetti positivi che propone». Eugenio Bennato manca da San Severo dal 2000, quando al Teatro "Verdi" partecipò al Festival del Cabaret andato in onda su Rai Tre. Una semplice apparizione mentre domenica tornerà nel centro dell'Alto Tavoliere per una serata musicale ricca di spunti interessanti. Bennato è uno dei fondatori della Nuova Compagnia di Canto Popolare (1969) e di Musicanova (1976). È autore anche di parecchie colonne sonore tra cui quella di “La stanza dello scirocco”. Nel 1990 partecipa al Festival di Sanremo assieme a Tony Esposito con “900 aufwiedersehen”. Nel 1998 fonda il movimento "Taranta Power" che, sulla scia di uno straordinario rinnovato interesse del grosso pubblico giovanile per il ritmo della Taranta rituale, propone nuove strade per la promozione di questa danza capaci di sfruttare diverse forme di creatività artistica (musica, cinema, teatro), “Taranta Power” (1999) diviene anche un lavoro discografico: la sintesi musicale di un movimento che segna una frattura con il passato modo d’intendere la musica popolare in Italia Più giovani ma già ricchi di cultura e musica popolare i "Tarantula Garganica" capeggiati da Peppe Totaro. Prendono il nome dal tipo di musica che suonano e dalla loro terra, un nome che è il simbolo delle tradizioni popolari pugliesi; un nome che evoca subito il suono e il ritmo della Tarantella, della chitarra battente e delle castagnole, cioè di una magia musicale ancora vivissima e tutta da scoprire: con i suoi cantori, i suoi danzatori, la loro musica travolgente, fonte inesauribile di canti, balli, poesie. Veri e propri ambasciatori della "tarantella garganica": diverrse le tournée in ogni angolo d'Italia e all'estero.

Torna indietro
Stampa
powered by: mediaweb-grafic